Hai un account Facebook o Google+?

il nostro orario

ago 2017

LMMGVSD
31
01
 
02
 
03
 
04
 
05
 
06
 
07
 
08
 
09
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
01
02
03
   
Feriale
08:30 - 20:00
Orario sia invernale che estivo 
   
Festivo
secondo i turni comunali.  
 
 
 
Marchi di accettazione PayPal
 

La VITAMINA C contro l'invecchiamento della pelle!

 
La vitamina C, o acido L-ascorbico, è la più abbondante vitamina antiossidante presente nella pelle umana. La maggior parte degli animali e delle piante ha la capacità di sintetizzarla, mentre gli esseri umani sono un'eccezione, poiché non producono L-gulonogamma-lattone-ossidasi, ovvero l'enzima necessario per la sua sintesi. La Vitamina C deve quindi essere ottenuta da fonti della dieta. Anche con massiccia supplementazione orale, l'aumento della concentrazione di vitamina C nella pelle è limitata. Esistono molte forme di questa vitamina, le più comunemente utilizzate sono: acido ascorbico, ascorbil fosfato (sale di magnesio o di sodio), ascorbil palmitato, e ascorbil glucoside. Gran parte delle recenti ricerche sulla vitamina C è concentrata sul suo ruolo di "spazzino di radicali liberi".
 
La vitamina C è solubile in acqua e le sue funzioni nel comparto acquoso della cellula sono: donazione di elettroni, neutralizzazione dei radicali liberi e protezione delle strutture intracellulari dallo stress ossidativo. L'acido ascorbico è un cofattore essenziale per gli enzimi lisil idrossilasi e prolil idrossilasi, che sono entrambi necessari per l'elaborazione post-trascriazionale della biosintesi del collagene (tipo I e III). Stimolando queste vie biosintetiche, l'acido ascorbico ha la capacità di aumentare la sintesi di collagene e ridurre l'aspetto delle rughe. Inoltre, l'ascorbato inibisce la biosintesi di elastina, aiutando il trattamento della pelle fotoinvecchiata. La vitamina C, in studi condotti, ha provato essere un cosmeceutico antiaging efficace. In uno studio condotto sulla pelle del viso, controllato con placebo, della durata di 12 settimane, si è notato che l'acido ascorbico 3% applicato localmente è stato ben tollerato dalla pelle, portando alla riduzione delle rughe del viso (come determinato dalle analisi cutanee). Le dosi efficaci vanno dal 3% al 17%. Altri studi con dosi topiche dal 5% al 17%, somministrate per un periodo da 12 settimane a 6 mesi, hanno documentato complessivamente una riduzione del fotoinvecchiamento del viso, un miglioramento della struttura della pelle, e un miglioramento delle concentrazioni di collagene ed elastina della pelle. La vitamina C è stata utilizzata anche come schiarente (il suo derivato ascorbil fosfato di magnesio in studi ha dimostrato essere efficace contro l'iperpigmentazione) e agente antinfiammatorio (perché riduce l'eritema associato a laser post-operatorio). In definitiva, l'uso topico di vitamina C ha molti vantaggi quali:
 
  • promozione della sintesi di collagene
  • alleggerimento dell'iperpigmentazione
  • proprietà anti-infiammatorie e fotoprotettive.
 
I dati confermano questi vantaggi e le sue attività biologiche sulla pelle fanno dell'uso topico di questa vitamina un'agente prezioso ed utile per la pratica dermatologica. Un suo svantaggio, invece, è l'instabilità all'ossigeno (l'acido ascorbico può diminuire anche della metà in un mese). Questo è accompagnato da un rapido ingiallimento del prodotto, che è visto in maniera negativa nella mente del consumatore. Sono state adottate diverse strategie per ovviare a questo problema, come l'esclusione di ossigeno durante la formulazione, la scelta di un imballaggio impermeabile all'ossigeno, l'incapsulamento, la formulazione a pH basso, la riduzione di acqua, e l'inclusione di altri antiossidanti. L'ascorbil fosfato (di magnesio e sodio) ha una stabilità maggiore rispetto all'acido ascorbico, ma in formulazione riduce il potere degli addensanti (carbomer) richiedendone un impiego maggiore. L'ascorbil glucoside non ha grossi problemi di formulazione e di stabilità, ma è molto costoso.
 
Un altro svantaggio è il rilascio sulla pelle. La penetrazione di acido ascorbico attraverso la cute è generalmente scarsa, infatti in genere meno dell'1% della dose topica entra nella pelle. L'ascorbil fosfato ha una penetrazione ancora più difficoltosa per la presenza di cariche negative presenti sul gruppo fosfato. Pertanto sono necessari ulteriori studi.

Nella formulazione della crema antiaging sono stati inseriti come ingredienti funzionali l'ascrobil palmitato e l'ascorbil tetraisopalmitato.
 
L'ascorbil palmitato è un'agente antiossidante che è utile anche per preservare il prodotto dall'ossidazione. Chimicamente è una molecola formata da acido ascorbico esterificato sul carbonio con acido palmitico, un acido grasso naturale a 16 atomi di carbonio completamente saturo; viene anche definito vitamina C estere.
 
Si presenta sotto forma di polvere bianca-giallo chiaro e rappresenta la forma liposolubile della vitamina C. L'ascorbil palmitato, grazie alla sua affinità per i lipidi, riesce a penetrare rapidamente nella pelle e ad attraversare le membrane cellulari, dove esercita la propria azione antiossidante, contribuendo a prevenire l'invecchiamento cellulare, riducendo la perossidazione lipidica, l'ossidazione delle cellule e la degenerazione del collagene (la cui sintesi è fortemente aiutata dalla presenza di vitamina C). Trova impiego anche come integratore alimentare e per preservare i cibi dall'ossidazione. Grazie alla sua proprietà antiossidanti, questo derivato della vitamina C è inserito nella formulazione di prodotti cosmetici quali sieri antietà, trattamenti per il contorno occhi ed emulsioni antiaging; inoltre, contribuisce a preservare gli ingredienti dall'ossidazione e dall'irrancidimento. L'ascorbil palmitato viene utilizzato a concentrazioni comprese tra 0,01% e 0,2%, spesso in associazione alla vitamina E o ai suoi derivati, perché agiscono sinergicamente. Dal punto di vista tossicologico è considerato sicuro ed è ben tollerato anche dalle pelli sensibili.
 
L'ascorbil tetraisopalmitato chimicamente non è altro che una forma della vitamina C in cui tutti gli ossidrili liberi sono esterificati con l'acido isopalmitico. In questa forma si presenta come un liquido oleoso e liposolubile. A differenza dell'acido ascorbico, l'ascorbil tetraisopalmitato è più stabile all'ossidazione. Per quanto riguarda la sua permeabilità e le sue funzioni, queste sono le stesse dell'ascorbil palmitato, illustrate in precedenza. L'ascorbil tetraisopalmitate non dà fenomeni di irritazione della cute, è ben tollerato anche dalle pelli sensibili e può essere utilizzato ad alte dosi.
 
 
 

http://www.x115.it/tesi-antirughe/vitamina-c-invecchiamento-pelle.html

 
 
-12,00%
€ 27,00 € 23,76
-15,00%
€ 35,50 € 30,18
-15,00%
€ 22,00 € 18,70
-15,00%
€ 26,99 € 22,94
-15,00%
€ 18,90 € 16,07
-15,00%
€ 16,00 € 13,60
-15,00%
€ 13,90 € 11,82
-12,00%
€ 20,00 € 17,60
 
Back to Top