Spossatezza e stanchezza per il cambio stagione? Ecco cosa fare

Spossatezza e stanchezza per il cambio stagione? Ecco cosa fare

Quest’anno, complice la quarantena, non ci siamo resi conto del cambio di stagione che è arrivato in modo repentino e puntuale.

Ogni cambio di stagione porta spesso con sé una serie di fastidiosi  sintomi quali  ansia, irrequietezza, sbalzi di umore, stanchezza e insonnia, che quest’anno, purtroppo, si possono avvisare anche in maniera più amplificata proprio per via del periodo delicato che stiamo passando.

In particolare modo, quasi tutti sperimentano un senso di stanchezza generalizzata (astenia) che può interferire con il normale compimento delle attività quotidiane, manifestandosi con sintomi che possono andare dalla mancanza di energia, alla difficoltà di concentrazione, all’inappetenza e alla difficoltà di praticare  movimento fisico.

Perché succede questo?

Tendenzialmente, durante la stagione invernale  si passa molto tempo al chiuso senza praticare  adeguata attività fisica (quest’anno più che mai!), le attività quotidiane sono scandite dalle poche ore di luce, si esce di meno e si consumano cibi  più sostanziosi o comunque più  ricchi di grassi , che risultano “pesanti” da digerire e affaticano il nostro fegato.

Quando arriva la primavera, l’organismo non sempre è pronto a “risvegliarsi” seguendo i ritmi della natura e ad accelerare quelli che sono i suoi ritmi quotidiani: il risultato, nella fase iniziale, è un deciso aumento della richiesta energetica  che, se non supportato da una corretta nutrizione e supplementazione, può risultare critico e causare affaticamento.

I supplementi “energizzanti”

Per essere pronti alla bella stagione e godersi le attività all'aria aperta è bene ricorrere ai giusti supplementi, perciò eccovi  i minerali e vitamine più importanti da assumere:

  • Magnesio, svolge un ruolo chiave per la salute e il benessere generale, per il metabolismo delle ossa e l’assorbimento di altri minerali, per il corretto funzionamento del muscolo e del sistema nervoso. Assunto la sera, facilita il rilassamento e previene l'affaticamento muscolare.
  • Minerali: un'alimentazione povera di verdure fresche e frutta di stagione può causare una carenza di minerali, come il sodio e il potassio. Quindi, per prima cosa utilizziamo questi cibi nei pasti principali, anche perché sono una fonte importante di acqua. In seconda battuta possiamo ricorrere a integratori che li contengano tutti, compresi gli oligoelementi (ferro, zinco, rame, selenio e manganese) importantissimi per le nostre funzioni vitali quotidiane.
  • Le vitamine del gruppo B, che svolgono una funzione fondamentale nella produzione di energia per il nostro organismo, specialmente nel caso in cui si pratichi sport o si faccia una vita intensa dal punto di vista lavorativo. Anche qui, la prima strategia è un'alimentazione ricca di frutta, verdura, e cereali integrali, ricchissimi di queste vitamine. Ad essi si possono abbinare integratori specifici, come ad esempio quelli a base di vitamina B12, nel caso in cui si segua un'alimentazione povera di carne o pesce.  In ogni caso, assumiamo sempre i supplementi di vitamine B la mattina a colazione, per un pieno di energia salutare.
  • Vitamina D, che regola il metabolismo delle ossa e del sistema immunitario, è normalmente presente nella nostra alimentazione attraverso latte e derivati, carne e pesce, mentre una quota si trova nella pelle e si attiva con l'esposizione  al sole. Purtroppo andando avanti con l'età i depositi diminuiscono e il livello nel sangue può diminuire sotto i 20 ng/ml, considerato il valore soglia per una buona condizione di salute.  In questo caso, sentito  anche il parere del proprio medico, si può ricorrere all'integrazione specifica, partendo da un dosaggio minimo di 800 UI al giorno a stomaco pieno.
  • Adattogeni: sono estratti fitoterapici, come il Ginseng, l'Eleuterococco, la Rodiola e l'Ashwaganda. Hanno tutti in comune la capacità di aiutare il nostro corpo ad “adattarsi” più rapidamente al cambio di stagione e alla richiesta di energia, aumentando la performance mentale e fisica. Ottimi per chi pratica sport o lavori che prevedano un intenso dispendio fisico e mentale.
  • Omeopatici: l'Acidum Phosphoricum, che stimola la concentrazione, il complesso di Oligoelemnti Rame/Orio/Argento, che facilita la ripresa e stimola la risposta energetica fisiologica del nostro organismo.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *